Sei in: La nostra attività « Indietro
Storia e sviluppo delle cure palliative

Le cure palliative nascono in Gran Bretagna nella seconda metà del Novecento a opera di Cicely Saunders che, in seguito alle sue esperienze prima come assistente sociale e poi come infermiera in ospedali del Regno Unito, decise di occuparsi attivamente della cura dei pazienti inguaribili. Dopo avere conseguito la laurea in medicina, fondò e attivò nel 1967 a Londra il St. Cristopher’s Hospice, la prima struttura residenziale per l’assistenza gratuita dei pazienti in fase terminale.

In Italia le cure palliative si sviluppano agli inizi degli anni Ottanta, su iniziativa del professor Vittorio Ventafridda, allora direttore del Servizio di Terapia del Dolore dell’Istituto Nazionale per la Ricerca e la Cura dei Tumori di Milano.
Nel nostro Paese le cure palliative sono diventate temi di attualità dopo l’approvazione del Piano sanitario nazionale (1998-2000) che, al fine di tutelare la salute dei soggetti più deboli, individuava come prioritaria l’assistenza alle persone che affrontano la fase terminale della vita, indicando le azioni da privilegiare, tra cui il potenziamento degli interventi di terapia palliativa e antalgica e la realizzazione degli Hospices.

Con la legge 38/15 marzo 2010 “Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore” viene sancito il diritto per ogni cittadino all’accesso alle cure palliative ed alla cura del dolore considerato in tutte le sue forme: la legge assicura il rispetto della dignità e dell’autonomia della persona, l’appropriatezza e la qualità delle cure


Le Cure Palliative a Crema

   
Le Cure Palliative a Crema, nascono nel Gennaio 2003 con l’istituzione della Unità Operativa di Cure Palliative nell’Ospedale Maggiore di Crema. La Rete di Cure Palliative è stata completata nel Giugno 2006 con la realizzazione dell’Hospice presso la Fondazione Benefattori Cremaschi con cui l’allora Azienda Ospedaliera aveva stipulato una convenzione.

Le varie attività della Rete (consulenza specialistica palliativa, ambulatorio, assistenza di cure palliative domiciliare, degenza in hospice, degenza in day-hospice), si avvalgono di un unico coordinamento, in funzione di obbiettivi comuni, con una formazione e un aggiornamento degli operatori uniformati. In questo modo la gestione del malato e della sua famiglia risultano omogenei in tutti i settori assistenziali proprio perché la Rete funziona secondo un’unica filosofia di cura, anche attraverso l’adozione di protocolli condivisi.

Le nostre finalità

Il termine palliativo, che deriva da pallium «mantello», risale al latino tardo palliare, nel significato di coprire e proteggere con un pallio. Quindi la nostra attività consiste nella cura globale e multidisciplinare rivolta ai pazienti affetti da una malattia che non risponde più a trattamenti specifici. Nostro obbiettivo è: migliorare il più possibile la qualità della vita sia dei nostri pazienti che delle loro famiglie.

Diventano così nostri obbiettivi primari:

• Provvedere al sollievo del dolore e al controllo dei sintomi;
• Sare una risposta ai bisogni psicologici e spirituali dell’assistito;
• Fornire un adeguato supporto al fine di permettere al paziente di vivere il più attivamente possibile;
• Supportare la famiglia sia nell’assistenza al malato che nell’espletamento delle formalità burocratiche.

La nostra attività

• Presa in carico del malato:

- Colloquio preliminare con paziente e/o familiari;
- Prima visita nel setting di cura (casa, ospedale, RSA, etc.);
- Contatto con i curanti (medico di famiglia, reparto di provenienza, RSA, etc.).

• Attività assistenziale a domicilio:

- Visite periodiche e a seconda della necessità di medico, infermiere, fisioterapista, psicologo;
- Telefonata mattutina per verificare le condizioni dell’assistito;
- Fornitura dei farmaci relativi alla terapia in atto;
- Fornitura dei presidi e degli ausili eventualmente necessari (letto a rete regolabile, sedia a rotelle, presidi anti decubito, presidi assorbenti, etc.);
- Reperibilità telefonica notturna e festiva in caso di necessità.

• Attività in sede:

- Briefing quotidiano tra gli operatori sulle condizioni degli assistiti;
- Riunione di equipe settimanale di pianificazione delle varie attività;
- Contatto con altri professionisti per eventuali consulenze esterne.




Unità Operativa Cure Palliative Ospedale Maggiore ASST Crema - Indirizzo: Largo Ugo Dossena 2 - 26013 Crema (CR)
Telefono: 0373.280827 - Fax: 0373.280828 - Mail: cure.palliative@asst-crema.it
Homepage | Organigramma | Informazioni e orari | Come attivare | La nostra attività | Consigli utili | Iniziative | Come sostenerci | Contatti | Privacy & Cookie
Realizzazione sito web: MBStore & Netpixel
Torna su